23-12-2010

I bambini della scuola dell’infanzia L’Isola che non C’era riscoprono il significato più profondo del Natale.

Una nuova iniziativa di solidarietà da parte di una scuola di Cosenza a favore dell’Africa. La scuola dell’infanzia L’Isola che non C’era ha deciso di coinvolgere le famiglie nella raccolta fondi a favore della costruzione di una coppia di servizi igienici in una scuola del Kenya.

Così ci scrivono dalla scuola: “Il 20 dicembre si è tenuta al Teatro dell'Acquario di Cosenza la recita di natale della nostra scuola intitolata Natale in tutto il mondo. I bambini con gli abiti tradizionali di tutti i paesi del mondo hanno cantato e ballato creando un’atmosfera di grande emozione. Durante questo

evento, tanto atteso da grandi e piccini, la nostra scuola ha presentato il progetto di solidarietà per AMREF, "A Natale un dono per l'Africa", che ha come obiettivo la costruzione di servizi igienici in una struttura scolastica africana. Dal 21 dicembre al 10 gennaio, verranno raccolte tutte le offerte delle famiglie. All'ingresso della scuola, abbiamo allestito un grande cartellone dove in tempo reale aggiorneremo tutti i genitori rispetto alla quota raggiunta fino all'ultimo giorno disponibile. Vi ringraziamo per averci dato la possibilità di parlare di questa parte dell'Africa ai nostri bambini. Attraverso la conoscenza di  questa realtà abbiamo trattato i temi della povertà e  della salute, ma soprattutto, siamo stati felici di aver trasmesso ai nostri alunni concetti

come la speranza la solidarietà e l'amicizia. Colgo l'occasione per augurarvi un felice Natale!" La Direttrice Iolanda Cerrone, le insegnanti, gli alunni e le famiglie.

AMREF costruisce servizi igienici funzionanti, sicuri e in numero sufficiente per tutti i bambini e il personale delle scuole target, contrastando le pessime condizioni igieniche e sanitarie che influiscono sulla salute dei bambini e sull’abbandono scolastico in Kenya. La maggior parte delle scuole nel paese soffre infatti la mancanza di servizi igienici adeguati sia da un punto di vista qualitativo che quantitativo.

Promuovere la costruzione di servizi igienici significa anche impegnarsi per il raggiungimento dell’Obiettivo di Sviluppo del Millennio numero 7, che prevede, entro il 2015, il dimezzamento del numero di persone che non ha accesso ai servizi igienico-sanitari di base. La scuola dell’infanzia L’Isola che non C’era si è così impegnata anche per concretizzare gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, trasformando un’occasione di festa come il Natale in un momento di solidarietà per famiglie e bambini.