01-07-2011

Progetto "Parole d'Acqua, da Kitui a Roma": i contributi della Scuola Don Rinaldi

Anche la Scuola Don Filippo Rinaldi di Roma, che ha aderito al progetto promosso da AMREF in collaborazione con il Comune di Roma, ha inviato i suoi contributi finali.

Ci scrivono gli Insegnanti Giuseppe Petrelli e Adriana Campopiano, che hanno realizzato il percorso insieme agli studenti della Classe IV B:

Parlare dell’acqua ci è piaciuto da subito. Forse il fascino di questo argomento nasce dai tanti ricordi che la parola acqua porta appesi a sé  come gli anelli di carta colorata che formano la coda pendono da un aquilone: i lunghi bagni nel mare,  il sollievo di un sorso d’acqua fresca in un giorno d’estate,  il ritmo delle gocce e il timore suscitato da un temporale,  la calma del lento scorrere del fiume in pianura… Ma poi, pensando a come sviluppare un progetto didattico su questo vastissimo argomento, ci siamo sentiti disorientati. Allora ci siamo chiesti: “Ma cosa hanno fatto i nostri colleghi?” Abbiamo cercato e abbiamo trovato splendidi lavori, ma occorreva individuare un “nostro” percorso. Così abbiamo studiato e poi riflettuto sulle azioni benefiche e dannose dell’acqua. E a Carnevale, festa della fantasia, dalla scienza siamo passati al mito e abbiamo rappresentato il diluvio universale: l’acqua che distrugge, l’acqua che mette in salvo. Poi, forse per le immagini dei barconi che ogni  giorno approdano carichi di immani tragedie e splendide speranze, anche noi abbiamo fatto un viaggio sull’acqua come via di comunicazione. Abbiamo riflettuto sui popoli antichi e capito che l’acqua sviluppa vita e cultura permettendo scambi di merci e idee. Abbiamo scelto un incipit comune ed abbiamo elaborato racconti con protagonisti popoli del mare immaginari. Abbiamo letto con interesse “Il re dei viaggi Ulisse” di R. Piumini. Abbiamo concluso (per ora)  il nostro percorso con una filastrocca.

A questo link è possibile visualizzare filastrocche e racconti della Scuola Don Rinaldi e di seguito pubblichiamo una galleria fotografica della bella interpretazione dell'Arca di Noé fatta dagli alunni della IV B.